lettera ad un amico

Guardo a mio figlio e vedo il futuro che avanza l’evoluzione,  La professoressa di matematica si è presentata con un: “ io sono una che boccia”!!! stupida idiota…questa non è pedagogia, questo non è creare un team per valere delle proprie capacità, questo non è un guidare al successo, alla qualità di vita…. questo è ricreare ciò che hai tragicamente imparato, ovvero, la tua testolina non ha coscenza propria….il fatto è tragico. ( Per il resto mi riconosco essere figlio della vita per la quale non so se il mio viaggio sia iniziato nell’atto d’amore dei miei genitori oppure quando si sono conosciuti o forse ancora in un progetto metafisico di un mistero che lega tutti da sempre; nulla è mio frutto se non che attraverso me si manifesta. ( ascolta il tuo intuito e riconoscerai la voce dell’universo, ciò che un tempo si chiamava la voce degli DEI) o chiamalo come vuoi per i cattolici è DIO per altri Allah e via dicendo ma se non brilla il sole siamo tutti nella merda. Non sono padrone del mio battito del cuore esattamente come non sono stato padrone nell’essere nato e come non sarò artefice della mia morte. Mi rallegro nel sapere di essere stato scelto per non lavorare al “penny market” ma  mi lamento un poco per non essere stato scelto nel non avere uno yacht.


Il nostro fiume piano piano arriva al mare ma per il momento la vita ancora non ha terminato con noi, quindi in alto i cuori, la nostra fiamma è ancora accesa e per quanto possa brillare, facciamola brillare. Si, Umberto il tempo gioca lo scherzo di essere meno tolleranti verso il prossimo, ovvero mandiamo affanculo facilmente. Questo vuole dire che nell’amare l’uomo in quanto umanità non sopportiamo la gente. La vita, questa meschina egoista misteriosa ci segna in tutto e per tutto e se pensavamo da piccoli di scappare al suo flagello ecco che qui ci ritroviamo….e come dicevano nel film in: ” Via col vento”, domani è un’altro giorno…vedi anche le news giornaliere ( ma stanne fortemente alla larga) si inizia dalla politica per passare alla cronaca nera e terminare con lo sport…e domani è un’altro santo…


Published by Marco Brevi

The intuitive Vision is what makes out of us being a Genius. My intuitive vision allow me to draw solutions through a cosmopolitan school and educational design made to excel evolve and renew old paradigms no longer suitable

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: