ERUZIONE CUTANEA CON PRURITO E DESQUAMAZIONE

ERUZIONE CUTANEA CON PRURITO E DESQUAMAZIONE

Di dermatite seborroica soffre il 3-5% della popolazione mondiale, per cui non si tratta affatto di una anomalia rara. Si presenta come una eruzione cutanea caratterizzata da arrossamento, desquamazione e intenso prurito della cute, specie del cuoio capelluto, sul viso e intorno al corpo dovunque esistano ghiandole sebacee.

FATTORI CAUSANTI

Per le cause, si parla di fattori ambientali, climatici, alimentari ed umorali o psicologici. L’ansia e lo stress cronico giocano di sicuro un ruolo notevole. Occorre però ricordare in ogni momento che, al pari di acne, psoriasi, rosacea e vitiligine, la dermatite seborroide costituisce paradossalmente un processo difensivo dell’organismo che usa le ghiandole sebacee come strumento di espulsione del sebo, del grasso interno e dei veleni che lo accompagnano. Qualsiasi eruzione o alterazione cutanea evidenzia dunque uno stato più o meno grave di impurità interna che, lungi dall’essere soffocata con pomate e medicamenti abortivi, deve essere aiutata e facilitata attivandone l’eliminazione, con più ginnastica aerobica e più profonda e ritmata respirazione, con migliore ricambio idrico, con più sole e più alimenti vivacizzanti e nutrienti.

RIPRISTINARE LA FUNZIONALITÀ EPATICA-PANCREATICA-RENALE

Ogni azione umana volta a stroncare l’anomalia rappresenta un danno in quanto si va a compromettere un processo di purificazione in atto, costringendo l’organismo a trattenere i veleni anziché espellerli, costringendolo a preservare il suo rapporto alterato fra liquidi scorrevoli e materiale oleoso. Non aceto di mele o altre soluzioni magiche, ma una dieta a base di frutta cruda e di insalate. Una serie di digestioni leggere e virtuose capace di favorire la formazione di nuovo sangue puro. Questo vale sia per la cute che per i problemi alla cistifellea, legati alla bilirubinemia d Gilbert. Fondamentale ripristinare la funzionalità epatica-pancreatica-renale.

TROPPE CELLULE MALSERVITE E MORENTI

Accettabile l’idea medica che la dermatite seborroica sia conseguenza di atrofia dei capillari sanguigni che, non portando ossigeno ai tessutI, provocano una morte anticipata delle cellule malservite, una morte precoce cellulare chiamata apoptosi. Cellule morte che poi creano problemi di smaltimento organico nei loro detriti cellulari che il sistema linfatico evidentemente pigro ed alterato non riesce ad espellere con prontezza e regolarità.

PER L’ATROFIA DEI CAPILLARI SANGUIGNI SERVE UN BAGNO GENERALE DI SOSTANZA FLAVONOICA

Atrofia causata dagli ormoni catabolici surrenali adrenalina e cortisolo, escreti dall’organismo in risposta alla condizione di stress cronico in cui si trova. In realtà, non è solo questione di cortisolo e adrenalina, ma anche di serotonina, melatonina e soprattutto di equilibrio ormonale nel suo complesso, una condizione delicata e non facile da mantenere. Basilare un apporto extra di flavonoidi, per rivitalizzare i 100 mila chilometri della nostra rete capillare.

GLI STRUMENTI PER IL RECUPERO NON MANCANO

Le piante amiche sono tutte quelle crudità di orto, di campo e di bosco cariche di forza vitale e di succo verde di clorofilla, e cito le solite cicorie, le lattughe, i cavoli e il crescione, le carote e i pomodori, le cipolle e gli allicini, i cetrioli e le zucchine, le ortiche e il tarassaco, l’acetosa e la selene, la bardana e la fitolacca (magnifiche sia la radice che i germogli).

I SUCCHI VITALI AL CENTRO DELL’ALIMENTAZIONE

Serve un giornaliero rifornimento di acqua biologica, con abbondanza di spremute d’arancia e simili al risveglio. Fragole, lamponi, ribes, more, ciliegie ed uva, saranno di grande aiuto alla ripresa primaverile. Kiwi, ananas, manghi e mirtilli, mandorle e lupini, noci e pinoli, datteri e fichi secchi servano intanto a superare questi mesi di sofferenza climatica, duri per tutti, sani e meno sani.

DIGIUNO ESAGERATO E FUORI STAGIONE

La via che hai seguito per detossificarti è probabilmente esagerata, soprattutto in questo momento dell’anno, che è poi il più critico davvero, per carenza di sole e di piante cariche di forza vitale.
Bastavano probabilmente 3 giorni più un giorno di transizione e ripresa della normale dieta di routine vegan-crudista tendenziale. Riprenderai il tuo peso forma e ti rifarai velocemente i tuoi muscoli, e avrai anche risultati più confortanti sulla pelle, a condizione di non vivere questi momenti contraddittori in modo stressante e dubitativo.

Tra i fattori scatenanti dell’acne rosacea di tipo alimentare ci sono:

  • Cibi piccantie caldi
  • Cioccolato
  • Tè e caffè
  • Bevande alcoliche (vino, birra, liquori, ecc.)
  • Prodotti caseari(compreso lo yogurt e la panna acida)
  • Alimenti lievitati (pane, biscotti, pizza, ecc)
  • Salsa di soia
  • Spinaci
  • Melanzane
  • Fagioli
  • Piselli
  • Pomodori
  • Agrumi
  • Avocado
  • Banane
  • Prugne rosse
  • Uva
  • Fichi

Via libera, invece, ai cibi poco complessi come le patate bollite, il riso, la carne bianca, il pesce in umido o lesso, brodo vegetale e centrifugati di verdure.

Non dimentichiamo che un altro fattore importante per la comparsa dell’acne rosacea è il batterio Helicobacter pylori, tale germe, infatti, può portare alla liberazione di ossido nitrico, un potente vasodilatatore, provocando un’infezione allo stomaco. Anche l’esposizione al sole, gli sbalzi di temperatura, l’eccessivo sforzo fisico, il caldo e lo stress emotivo possono innescare questo disturbo della pelle.

Published by Marco Brevi

The intuitive Vision is what makes out of us being a Genius. My intuitive vision allow me to draw solutions through a cosmopolitan school and educational design made to excel evolve and renew old paradigms no longer suitable

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: