digitali e uguali!!!

l’idea potrebbe essere valida se non che siamo in Italia…e la fregatura e’ sempre dietro l’angolo. Digitali e uguali…tu dona la tua somma…poi ci pensiamo noi a darti un PC!!! qui si gioca sulle rime delle parole per fare dei progetti attraverso un ennesimo bluff all Italiana sulle spese di chi dona la sua parte….cioe’ rendetevi conto quanti PC devono essere consegnati…quale tipo…e tra l’altro in un paese in cui la velocita’ di rete e’ limitata….mancata copertura dove vede gli Italiani ad ingegnarsi per avere un minimo di linea….dove in ogni caso la velocita’ e’ bassa

tutto questo senza contare l’ambiente scarso di servizio per accedere al PC questo vuol dire che la batteria deve durare per almeno 4 ore, poi..cosa fanno…mettono il pc sul banco a rotelle dove gia’ c’e’ un quaderno..e blah blah blah…cioe’. voglio dire…

come stanno facendo ora con la DAD? Questo doveva essere un progetto che avrebbe dovuto prendere piede in tempi non solo brevissimi per consentire a tutti una DAD ma avrebbe dovuto essere mossa al servizio del cittadino in diretta con la pandemia…prima che si completi la raccolta dei soldi e che tutti abbiano un PC …non so ma a me pare che siano le stesse cose che succedono quando c’e’ una calamita’ naturale….la donazione di soldi a vuoto

Published by Marco Brevi

Idealist within the innovation where an abstract concept in intuition create quality style in our life

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: