Soddisfare le necessità

http://skoolquality.life aiutate Marco Brevi a sviluppare non il suo sogno ma il desiderio di milioni di bambini che desiderano vivere una scuola contemporanea ai loro tempi. Una singola scuola puo’ ospitare 650 bambini/studenti (2/16 anni) ed offrire nuove possibilita’ lavorative per nuove professioni nell’ambiente scolastico.

Come i sistemi scolastici possono soddisfare in modo ottimale la necessità di fornire equità, di tener conto delle diversità culturali e ridurre l’abbandono scolastico


Il razzismo inizia sottilmente, piano piano, sottovoce esattamente dalla scuola stessa ed inizia tra la suddivisione di banchi nell’incontrare alunno del primo banco con quello dell’ultima fila ed ovviamente tra le classi denominate A-B-C-D….Io sono della C…


Il bullismo parte dalla scuola quando l’insegnante ordina al silenzio, batte la mano sulla cattedra, riprende un alunno nel mezzo dell intimita’ del resto della classe, dà voti, apre giudizi, si appropria di un diario o quaderno senza chiederne permesso…richiama alla cattedra o manda al posto a sedersi… la scuola non insegna educazione ma esercita potere perché la struttura non permette educazione ma segue una linea di “potere” dettata dai tempi che l’hanno generata.


La scuola spregiudicata arrogante e giudice comunica che i bambini imparano l educazione a casa pertanto i genitori hanno figli mal educati, rimane il fatto l’essere tutti figli di una scuola comune, insegnanti compresi.


Ricevere valutazione in una pagella non ha senso quando la stessa non ha valore d’essere in quanto non e’ nel divenire. La pagella e’ un giudizio in un tempo bloccato a se’. Il voto aggiudicato in educazione civica non ha riscontro ne posizione quando non vi è ambiente e corrispettiva preparazione all’educazione civica. Una morale dipinta di rosa e azzurro all’asilo quasi fosse il primo giorno di nozze in un crescente disordine che soi trasforma in colore psichiatrico.


Il tempo giunto al termine del mestre ha quadruplicato la mancanza di quel valore della pagella scolastica ottenuta dopo sacrificio che al fine non incontra i valori dell’individuo né tanto meno ne organizza un futuro come protagonista.


Educazione vuole il conoscere, conoscere è l’insieme della cultura personale rispetto ai dati percepiti dalle circostanze. L’abbandono scolastico non accade quando la scuola percepisce il suo ruolo come protagonista.

Published by Marco Brevi

Idealist within the innovation where an abstract concept in intuition create quality style in our life

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: