Il calendario

Il calendario Gregoriano, secondo il quale siamo entrati nel 2021, è un calendario solare che conta gli anni dalla nascita di Gesù. È il calendario più diffuso: “esportato” dagli europei negli altri continenti, è utilizzato a fini civili in tutto il mondo.

Il calendario gregoriano, introdotto dal Papa Gregorio XIII nel 1582, è una modifica del calendario Giuliano, introdotto da Giulio Cesare nel 46 a.C., che contava gli anni partendo dal 753 a.C., epoca della fondazione di Roma

Secondo il calendario Islamico siamo nel 1442. I musulmani iniziano a contare dal 622

Il calendario Ebraico inizia dalla presunta data della creazione del mondo, che in base alle indicazioni della Bibbia è stata individuata nel 3760 a.C. Più precisamente, il primo giorno del primo anno del calendario Ebraico corrisponde al 6 ottobre del 3761 a.C. e quindi il 2021 corrisponde all’anno 5780-5781.

Il calendario Cinese parte dall’invenzione del calendario, evento fissato al 2637 a.C.: per i Cinesi questo è quindi l’anno 4718.

il calendario Armeno (che inizia nell’anno 552 del calendario Gregoriano e quindi è nel 1469),

Quello Buddista (che inizia a contare gli anni dal 543 a.C., anno della morte del Buddha storico, e quindi è nel 2565)

Quello Etiopico ( festeggia il capodanno l’11 settembre ed essendo di 7 anni e 113 giorni in ritardo sul calendario gregoriano, è nel 2013).

Nel calendario Giuliano non esiste l’anno zero. E non esiste nemmeno nel calendario Gregoriano, che non ha cambiato il metodo di numerazione.

La mancanza dell’anno zero comporta un errore nel calcolo degli intervalli di tempo a cavallo della nascita di Cristo: tra il 10 a.C. e il 10 d.C. non vi sono 20 anni, ma soltanto 19. Inoltre la mancanza dell’anno zero implica che il primo secolo finisce nell’anno 100 e il secondo secolo inizia nel 101. i grandi festeggiamenti che hanno accompagnato il capodanno 2000 per l’ingresso nel nuovo millennio erano in anticipo di un anno: in realtà il terzo millennio è iniziato il primo gennaio 2001

Il calendario scolastico e’ basato sulle feste nazionali e religiose e non in base ad un suo personale calendario

Published by Marco Brevi

Idealist within the innovation where an abstract concept in intuition create quality style in our life

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: